Padova Urbs Picta

Padova Urbs Picta. Giotto, la Cappella degli Scrovegni e i cicli pittorici del XIV secolo

Dal 2006 la Cappella degli Scrovegni a Padova, capolavoro di Giotto e pietra miliare nella storia dell’arte occidentale, è iscritta nella Lista Propositiva (Tentative List), per quanto riguarda lo Stato italiano, fra i beni da considerare al fine della candidatura a Patrimonio Mondiale Unesco (World Heritage List).
Il 22 gennaio 2016, in occasione di un periodico aggiornamento della Tentative List italiana, la proposta relativa a Padova è stata oggetto di revisione presso il MiBACT, e nuovamente formulata, in modo più ampio, a includere altri importantissimi cicli pittorici del Trecento che si conservano nella stessa città.

Oltre alla Cappella degli Scrovegni, il patrimonio proposto per la tutela dell’Unesco comprende ora anche opere conservate presso i Musei Civici agli Eremitani, e soprattutto monumenti come il Palazzo della Ragione, il Battistero della Cattedrale, la Basilica e il Convento del Santo, l’Oratorio di San Giorgio, l’Oratorio di San Michele, la Chiesa degli Eremitani e l’ex cappella della Reggia Carrarese, oggi sede dell’Accademia Galileiana.

Questa realtà è portatrice di un eccezionale valore universale, rappresentando un esempio unico di un circoscritto ambito urbano in cui la tradizione della pittura murale ‘a fresco’, che affonda le sue radici in epoca lontana, ha conosciuto uno straordinario sviluppo nel Trecento, a partire dalle rivoluzionarie e immortali opere di Giotto, che segnarono con il loro prezioso retaggio la successiva evoluzione artistica, lungo tutto il secolo.

Video "Giotto, Padova e gli affreschi del 1300"


Per informazioni

Comune di Padova – Assessorato cultura e musei, edilizia monumentale, turismo
Palazzo Moroni, via del Municipio, 1 (Torre Anziani) - 35122 Padova
tel. 049 8205270 - 8205276
Email cultura@comune.padova.it

Ultimo aggiornamento: 10-05-2021