Legge Quadro della Cultura

Legge regionale 16 maggio 2019, n. 17 (BUR n. 51/2019)

 

Una legge quadro

La Legge regionale sulla Cultura n.17/2019 ha modificato un assetto normativo invariato da 30 anni, abrogando 28 leggi regionali e allineando le disposizioni al vigente quadro legislativo nazionale ed europeo.
La redazione del testo è stato guidato dalla consapevolezza della straordinarietà del patrimonio culturale regionale, fatto di tradizioni, istituzioni quanto di creatività e vivacità delle idee che contraddistinguono la gente veneta. Ricchezze che vanno custodite, valorizzate con strumenti normativi adeguati. 

La legge per la cultura: principi


La Regione del Veneto riconosce la cultura come risorsa fondamentale per la crescita umana, per lo sviluppo sociale ed economica della comunità, per la promozione dei diritti umani del dialogo tra le persone e della qualità della vita. 

Pluralismo e partecipazione 

  • libertà e pluralismo culturale 
  • partecipazione della comunità regionale alla elaborazione delle politiche culturali
  • riconoscimento dell’iniziativa dei cittadini singoli e associati e della partecipazione dei soggetti pubblici e privati alla vita artistica e culturale della regione
  • riconoscimento del ruolo dei diversi livelli di governo territoriale

Sostenibilità e specificità

  • sostenibilità economica degli interventi pubblici per la cultura, intesa come valutazione obiettiva dell’impatto economico degli investimenti
  • riconoscimento della specificità del patrimonio culturale veneto e valorizzazione dell’identità locale 

Raccordo politiche culturali

  • raccordo delle politiche culturali con le politiche in materia di istruzione, formazione, turismo, ambiente, territorio, industria e attività produttive, anche al fine di promuovere la traduzione, la rielaborazione creativa e la trasferibilità dei valori culturali verso il sistema economico produttivo

Valorizzazione e promozione 

  • valorizzazione della creatività giovanile e promozione dell’accesso ai beni e alle attività culturali da parte dei giovani
  • promozione della fruizione completa e autonoma dell’offerta culturale per le persone con disabilità, al fine di garantire i servizi a condizione di parità tra tutti i cittadini 

Luoghi e patrimonio culturale 

  • la valorizzazione, la conoscenza e la conservazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale del Veneto, ivi incluso il paesaggio e il patrimonio diffuso, con particolare riguardo al patrimonio di eccellenza e a quello che connota il territorio veneto
  • la valorizzazione delle diverse culture espressione della storia, delle tradizioni e del patrimonio linguistico delle comunità locali del Veneto e delle comunità venete nel mondo

Servizi culturali e territoriali

  • la qualità dei servizi e delle produzioni culturali
  • l’aggregazione, anche temporanea, fra soggetti del mondo culturale
  • l’equilibrata distribuzione dell’offerta culturale nel territorio
  • la qualificazione dei musei, delle biblioteche e degli archivi di propria competenza e lo sviluppo e la diffusione dei servizi offerti
  • la riqualificazione degli spazi culturali e di spettacolo

Ricerca e studio

  • il sostegno alla ricerca, allo studio e alle progettualità nei diversi settori della cultura
     

La legge per la cultura: finalità
 

Sistema regionale per lo spettacolo 

  • la costruzione di un sistema regionale per lo spettacolo
  • la promozione del cinema, dell’audiovisivo e della cultura cinematografica, lo sviluppo e la razionale distribuzione delle strutture adibite allo spettacolo cinematografico

Impresa culturale e creativa

  • il sostegno delle attività economiche e dell’occupazione giovanile nel settore culturale e lo sviluppo dell’impresa culturale e creativa
  • il ruolo dei luoghi della cultura materiale e immateriale, quali centri di produzione culturale e di sviluppo di nuovi linguaggi creativi
  • la promozione del partenariato pubblico-privato

Aggiornamento professionale

  • l’aggiornamento professionale degli operatori culturali
  • il ruolo del volontariato quale espressione di cittadinanza attiva nell’ambito culturale
  • la lettura per le sue fondamentali valenze nella crescita del bambino e nello sviluppo delle relazioni umane


Legge per la cultura: programmazione triennale
 

  • una legge che si fonda sulla programmazione, articolata su scala triennale e applicata con piani annuali
    questo consentirà di calibrare l’intervento regionale, modulandolo sulle effettive possibilità in rapporto alle diverse necessità, di investire nelle potenzialità di sviluppo strutturale del settore culturale, di verificare costantemente i risultati delle azioni intraprese
  • nel proprio ruolo di coordinamento e indirizzo, con questa legge la Regione reputa necessario continuare ad avvalersi del contributo degli enti territoriali
    per supportare la propria azione, nonché dell’appoggio fornito dai soggetti maggiormente rappresentativi che operano sul territorio, per indirizzare la propria azione e individuare le modalità più efficaci di realizzazione
     

Consulta regionale della cultura
 

  • la legge prevede l’istituzione della Consulta regionale della cultura con funzioni consultive rispetto al programma triennale e la Giunta potrà avvalersi della Consulta anche per altri argomenti ritenuti di interesse in materia di cultura. 
  • è nominata con decreto dal Presidente della Giunta regionale ed è presieduta dall’Assessore regionale competente in materia o da un suo delegato 
  • include tra i suo componenti esperti e rappresentanti  nei settori dei beni, dei servizi, delle attività culturali e di spettacolo e delle principali associazioni di categoria, i rappresentanti degli enti locali con specifiche deleghe alla cultura e i rappresentanti della commissione consiliare regionale competente per materia


Ambiti di intervento regionale

 

  • Beni culturali e patrimonio culturale
    testimonianza della nostra comunità, del territorio e dell’ambente
  • Servizi culturali 
    intesi come attività rispondenti ai bisogni della comunità e caratterizzati da continuità temporale forniti da musei, archivi, biblioteche e da altri Istituti e luoghi della cultura nonché da strutture espositive e di consultazione
  • Azioni e iniziative culturali
    realizzate da Regione del Veneto, da enti, da strutture di gestione e fruizione permanente di beni, istituzioni pubbliche o private di studio e ricerca, e da associazioni senza fine di lucro che operano nei settori della cultura e da loro aggregazioni a livello regionale
  • Attività di studio e ricerca
    le attività di studio e ricerca e diffusione del patrimonio, le tradizioni e le eccellenze storiche e artistiche del Veneto
  • Attività
    - attività teatrali, musicali, coreutiche, cinematografiche, editoriali e audiovisive
    - attività che favoriscano la formazione, l’educazione e la partecipazione del pubblico
  • Collaborazioni
    forme di collaborazione con gli enti locali, con lo Stato e con i soggetti privati

 

Ultimo aggiornamento: 22-09-2021