Museo Biblioteca Archivio di Bassano del Grappa

Bice Lazzari, Segni e Misure, 1968, tempera e graffite su tela, cm 75x75

Bassano del Grappa
Piazza Garibaldi
0424 522235 – 523336 – 519450
0424 524933 (Museo della Ceramica)
www.museobassano.it
info@museobassano.it

 

 

La collezione di arte contemporanea del Museo comprende tre nuclei, rispettivamente di pittura, incisione e ceramica. I dipinti sono raggruppabili in cinque nuclei di provenienza, i due lasciti dei pittori bassanesi Raffaele Passarin e Gaspare Fontana ai quali si deve l'esistenza in Museo di opere di Beppe Ciardi, Giacomo Manzoni, Antonio e Silvius Paoletti, Cesare Laurenti, Anton Maria Mucchi, Giacomo Grosso, tutti artisti legati ai pittori bassanesi per consuetudini di lavoro e legami di amicizia.
Le tre opere di Bice Lazzari, degli anni Sessanta, costituiscono un dono dell'artista in occasione della personale a Bassano nel 1970 e appartengono al periodo 'segnico" della pittura informale dell'artista veneziana, naturalizzata romana. I sette dipinti di Bortolo Sacchi, probabilmente il nucleo fondante nella ricostruzione dell'attività dell'artista veneziano, trasferitosi a Bassano nel 1937, costituiscono il dono personale dell'artista, interprete di un realismo magico, difficilmente accostabile alle coeve espressioni del simbolismo. Il consistente nucleo delle opere di Fiore Brustolin Zaccarian č pervenuto quale dono del figlio Paolo nel 1996 e ripercorre tutta l'opera dell'artista piovese, dal momento giovanile della formazione, all'importante esperienza dell'Accademia Veneziana con Ettore Tito, al realismo della Scuola Romana. Le incisioni contemporanee documentano la produzione locale o a soggetto locale e costituiscono un archivio costantemente aggiornato delle tecniche e della produzione in un ambito che ha visto la città protagonista in Europa nel corso del Settecento. Una sezione di ceramica contemporanea č stata allestita al piano terra di Palazzo Sturm nel 1992. Comprende cinquanta opere provenienti dal Premio Palladio istituito dall'Ente Fiera di Vicenza, depositate presso i Musei di Bassano del Grappa e di Nove nel 1983 e comprende opere di artisti veneti e di protagonisti delle vicende italiane di ceramica contemporanea. A tale importante nucleo si aggiungono i materiali prodotti da artisti italiani e stranieri nell'ambito dei tre Simposi internazionali della ceramica, tenutisi a Bassano del Grappa e a Nove nel 1972, 1974 e 1978, che offrono un panorama internazionale dell'arte contemporanea nella ceramica degli anni Settanta, tra l'Informale, l'Art Brut e la Nuova Oggettività.

Bibliografia:
Mostra del disegno contemporaneo, catalogo della mostra, a cura di B. Passamai, Bassano del Grappa, Lions Club, 1968; Pittura dell'Ottocento e del Novecento. I cataloghi del Museo Biblioteca Archivio di Bassano del Grappa, a cura di M. Guderzo, Vicenza, Terra Ferma, 2000; Presenza dell'arte incisoria nella cultura contemporanea. Opere dei maggiori artisti italiani del '900, Bassano del Grappa, Editrice artistica Bassano, 2000; Bortolo Sacchi 1892-1978. Dipinti disegni ceramiche, a cura di G. Dal Canton, Venezia, Marsilio, 2000.

Ultimo aggiornamento: 15-04-2022