Atlante Veneto

Le biblioteche venete sono ricche di riproduzioni a stampa di luoghi e vedute del territorio, che costituiscono importanti testimonianze della sua storia ed evoluzione nel tempo. Come indica la Convenzione Europea del Paesaggio, i paesaggi locali sono fondamento dell'identità delle popolazioni, patrimonio culturale e naturale comune la cui conoscenza – di cui la cartografia storica è prezioso documento - va promossa e sostenuta. L'attuazione di questo progetto costituisce quindi un passo fondamentale per la valorizzazione di materiali a tutt'oggi poco conosciuti e nello stesso tempo promuove il raggiungimento degli obiettivi indicati nella Convenzione.

Le incisioni a stampa d'interesse geografico e vedutistico sono beni complessi, che per essere trattati adeguatamente richiedono competenze specifiche diverse: proprio per questo sono, nella maggior parte dei casi, ancora in attesa di essere identificate e catalogate, precluse alla fruizione da parte di amministratori, professionisti, ricercatori, studiosi, della comunità tutta che può farne utilizzi molteplici.

Il Progetto Atlante Veneto 1.0, promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con la Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso (DGR n. 2281 del 29 dicembre 2011) e con il concorso della Fondazione scientifica Querini Stampalia, ha inteso fornire supporto alle biblioteche del territorio che possiedono questa tipologia di materiale bibliografico per assicurarne la tutela, valorizzazione e fruizione.
Questa prima fase del progetto si è conclusa con la mappatura della cartografia storica a stampa di tutto il Veneto, di cui si allega il report finale per ciascuna provincia: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

Il rilevamento dei beni cartografici del Veneto, fondamento del progetto Atlante Veneto, ha dato origine a iniziative di valorizzazione come la mostra  La geografia serve a fare la guerra? (Treviso, Fondazione Benetton, 6 novembre – 19 febbraio 2017), realizzata dalla Fondazione in partnership con Fabrica e il sostegno della Regione del Veneto.

Riconosciuto come buona pratica dall’Associazione Italiana Biblioteche e come tale proposta in altri ambiti territoriali, il progetto prosegue ora con Atlante Veneto 2.0 attivato grazie al Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per il Veneto. Questa evoluzione del progetto, che vede un’ampia collaborazione istituzionale con la Regione, la Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige, gli Archivi di Stato del Veneto, Fondazione Benetton di Treviso e Fondazione Querini Stampalia di Venezia, intende estendere la mappatura alla cartografia storica manoscritta completando così il quadro conoscitivo. 

Per promuovere la didattica sulla conoscenza e uso della cartografia storica è disponibile un elenco dei siti utili.

Ultimo aggiornamento: 23-01-2020