Pieve di Soligo

Capoluogo storico del Quartier del Piave, ovvero di quella porzione pianeggiante di territorio oltre il corso del fiume, nell’alta Marca trevigiana il centro offre al visitatore una serie di edifici civili e religiosi dei secoli scorsi.

Tra questi si segnala la chiesa dedicata alla santa patrona locale Maria Maddalena, la cui costruzione, datata agli inizi del Seicento, è sede di un’antica confraternita. Caratteristici si presentano i piccoli borghi e le relative calli nei dintorni del paese, come Borgo Stolfi, con il vecchio mulino sulla roggia, e la Cal Santa, verso il Cimitero, cantata dal poeta Andrea Zanzotto in numerosi passi della sua opera. La zona è inoltre punteggiata di complessi rurali storici e soprattutto di ville venete, fra le quali si segnala soprattutto la settecentesca Villa Brandolini d’Adda, presso la frazione di Solighetto, oggi adibita a sede di eventi, manifestazioni culturali ed esposizioni aperte al pubblico.

Pieve di Soligo, Villa Brandolini. Foto Arcangelo Piai. Per gentile concessione del Consorzio di Tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG.

Percorsi in cui la tappa è presente

Percorso culturale

Patrimonio UNESCO: le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Riconosciuto dall’Unesco come paesaggio culturale di straordinario valore, una categoria di beni che comprende ancora pochi esempi in Italia, il sito si sviluppa fra i due centri di Conegliano e Valdobbiadene, in un ambiente naturale collinare che per secoli è stato plasmato dall’opera dell’uomo, fino ad assumere il suo attuale aspetto, di grande impatto visivo.