Digitalizzazione del patrimonio culturale - Avviso pubblico PNRR

Nell’ambito del Piano Nazionale di Digitalizzazione (PND) e grazie alle relative risorse assegnate tramite i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), la Regione del Veneto sarà soggetto attuatore dei progetti di digitalizzazione del patrimonio culturale conservato dagli istituti culturali del territorio di competenza.
Il Piano si realizzerà con il coordinamento del Ministero della cultura – Istituto centrale per la digitalizzazione - Digital Library.

In vista dell’individuazione dei progetti che andranno a comporre il Piano regionale di digitalizzazione, viene avviato un iter conoscitivo delle proposte progettuali provenienti dal territorio che concorreranno all’accrescimento del patrimonio culturale digitale del Veneto.

Con DDR n. 200 del 30 giugno 2022 sono stati approvati criteri, modalità e termini di presentazione delle notizie da parti degli enti. 

ACCEDI ALL'AVVISO

SOGGETTI PROPONENTI
La manifestazioni d'interesse può essere presentata unicamente da Enti pubblici o in controllo pubblico e da Istituti culturali che rivestono la forma di organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus)
Non sono ammessi gli Uffici statali periferici

CONDIZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Gli istituti proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere dotati di personale professionalizzato in grado di seguire con competenza le varie fasi e attività di lavorazione dei materiali che saranno digitalizzati a cura di ditta esterna
  2. possedere spazi adeguati per le operazioni di digitalizzazione

REQUISITI DEI BENI DA DIGITALIZZARE
I lotti di beni culturali che si propone di digitalizzare devono:

  1. far parte di una delle seguenti tipologie di beni culturali: documenti archivistici, cartografia, libri antichi, periodici, documenti fotografici, manoscritti, grafica, musica manoscritta o a stampa, audiovisivi, beni storico-artistici, beni della scienza e della tecnica, beni demoetnoantropologici, beni naturalistici e paleontologici, beni archeologici. I lotti di materiali presentati dal medesimo istituto possono afferire anche a tipologie differenti
  2. essere particolarmente significativi per la storia e la cultura non solo locale
  3. essere liberi da diritti di terze parti e non essere gravati da vincoli di privacy
  4. essere fisicamente integri e non necessitare di attività preliminari di restauro
  5. essere già inventariati/catalogati secondo gli standard vigenti (beni archivistici e librari), possedere almeno una descrizione minima inventariale (tutti gli altri)
  6. esser stati individuati dopo un rigoroso e ragionato processo selettivo condotto da personale professionalizzato
  7. produrre un numero minimo di oggetti digitali pari a 25.000 (raggiungibile anche calcolando le riproduzioni recto/verso o le riproduzioni multiple – max 5 - di lati diversi di beni tridimensionali)

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEL PROGETTO
La Regione è stata indicata dal Ministero quale soggetto attuatore del presente Progetto.
L’Amministrazione regionale assume, pertanto, il compito di:

  • individuare, in coerenza con gli standard e i parametri stabiliti dall’Istituto centrale per la digitalizzazione - Digital Library, i lotti di materiali da sottoporre a digitalizzazione presso gli Istituti culturali
  • redigere i capitolati di gara
  • assumere i rapporti contabili con le ditte specializzate incaricate

La direzione dei cantieri farà capo alla Regione o al Soggetto da essa incaricato.

La selezione dei materiali da digitalizzare sulla base del presente Bando non comporta pertanto l’assegnazione di alcun contributo ai soggetti detentori del patrimonio culturale.

Le operazioni di digitalizzazione saranno avviate nel corso del primo semestre 2023 e dovranno terminare rigorosamente entro il primo semestre 2025.

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE

Entro e non oltre l’8 agosto 2022

MODALITA' DI PRESENTAZIONE

Le proposte progettuali devono essere inviate tramite PEC alla Direzione beni Attività Culturali e Sport beniattivitaculturalisport@pec.regione.veneto.it

Secondo quanto indicato nel DDR n. 200 del 30 giugno 2022 e relativo Avviso di manifestazione d'interesse (modalità di presentazione delle proposte progettuali e criteri di selezione)

PER INFORMAZIONI E CHIARIMENTI

  • per i beni storico-artistici, beni della scienza e della tecnica, beni demoetnoantropologici
    dott.ssa A. Di Mauro e dott. G. Bodon: 041.279-2700/3172
  • per i beni naturalistici e paleontologici, beni archeologici: dott. F. Ceselin: 041.279-2629
  • per i beni archivistici: dott.ssa A.Rigon 041.279-2706
  • per i beni librari: dott.ssa L. Dal Poz e dott. G.Negretto 041.279-2681/2732

Mail: benieserviziculturali@regione.veneto.it

Ultimo aggiornamento: 22-08-2022