Villa Pojana

Commissionata a Palladio dal vicentino Bonifacio Pojana, probabilmente verso la fine del quarto decennio del Cinquecento, risulta compiuta entro il 1555, allorché terminano gli splendidi interventi decorativi dovuti ai pittori Bernardino India e Anselmo Canera, e allo scultore Bartolomeo Ridolfi.

Negli scritti e documenti palladiani la villa viene considerata parte di un progetto di riorganizzazione generale dell’area circostante, di cui venne realizzata effettivamente solo la barchessa a sinistra del corpo dominicale.

Ispirato all’architettura termale antica, il linguaggio sembra qui subire un processo di estrema sintesi, fin quasi all’astrazione delle forme; la semplice compostezza dell’insieme doveva forse rispondere anche all’esigenza di celebrare la sobrietà e l’austerità della vita militare, cui erano legate le lontane origini della famiglia committente.

Percorsi in cui la tappa è presente

Percorso culturale

Patrimonio UNESCO: Città di Vicenza e ville palladiane del Veneto

La città di Vicenza, ricca di storia e di testimonianze di un lungo passato, è oggi celebrata in tutto il mondo per la veste urbanistica e architettonica assunta in età rinascimentale, grazie alle straordinarie creazioni del genio di Andrea Palladio, che le hanno assicurato un posto nella Lista del Patrimonio Mondiale sotto la tutela dell’Unesco.