BiblioTour, Piombino Dese PD, Villa Fantin

L’edificio risale al 1911 ed attualmente è composto da due corpi di fabbrica il cui accostamento è stato definito “eclettico”.

Fu acquistato dalla Fornace Anselmi di Loreggia con il solo scopo di procurarsi dei mattoni tanto che nel 1920 fu demolita l’ala sinistra. Per evitarne la demolizione completa, l'edificio venne acquistato dal Comune che fece ricostruire il corpo di sinistra nel 1924 dall’ing. Legrenzi, anche se in modo diverso per forma
e volume dall’originale. Ad un corpo architettonico di vaga concezione neoclassica, che si manifesta più che altro nella simmetria e nell'uso di un falso bugnato, se ne contrappone, quindi, uno scarno ed essenziale, ispirato a criteri di funzionalità ed economia in cui il principale elemento di carattere architettonico è la finestratura dimensionata su schemi classici. L'ala di sinistra fu quindi adibita a scuola elementare mentre la porzione preesistente di destra divenne abitazione del veterinario e poi a casa del fascio. Tra il 1986 e il 1989 l'edificio viene ristrutturato recuperando anche l’originale centralità dell’ingresso, riportato in asse con l'accesso dalla strada. Venne poi eretto nel 1988 un timpano concepito come elemento di transizione tra le due ali di diverso stile.  Attualmente, oltre alla Biblioteca Comunale, qui ospitata dal 1976, nell’edificio si trovano sala consiliare, ufficio anagrafe e archivio comunale.

Percorsi in cui la tappa è presente

BiblioTour Veneto: luoghi che non diresti
Percorso culturale

BiblioTour Veneto: luoghi che non diresti

Un viaggio alternativo per vivere la biblioteca a tutto tondo, non solo da dentro, come servizio al cittadino, ma anche “da fuori”.