BiblioTour – Loreo RO, Ex Carceri

L’esistenza delle carceri di Loreo è documentata da notizie del 1537.

La città, importante roccaforte veneziana e crocevia di intensi traffici e scambi commerciali, era da tempo oggetto di contesa tra questi e gli Estensi di Ferrara. Essendo una “zona di frontiera”, era soggetta al fenomeno del contrabbando di merci tanto che si rese necessaria la costruzione di un edificio adibito a carcere. L’edificio si componeva di sei celle di 16 m² ciascuna. Al piano terra vi erano due stanze destinate probabilmente al comando e alle guardie di turno, oltre alle prime due celle. Al primo piano vi erano altre quattro celle identiche, con stipiti alti circa 1,20 cm, chiusi da porte in legno molto robuste con un catenaccio molto grosso, che avevano un foro rotondo per sorvegliare i detenuti rinchiusi. Al secondo ed ultimo piano, vi era il sottotetto, di cui non si sa bene la destinazione d’uso.
Le carceri sono state utilizzate prevalentemente durante il periodo della Serenissima e in quello napoleonico, ma sono state in uso almeno fino alla Seconda guerra mondiale.
Nel 2003 l’edificio è stato ristrutturato diventando sede della biblioteca comunale l’anno successivo e venendo intitolato intitolato a Piergiorgio Bassan, maestro elementare, giornalista e storico locale.

Percorsi in cui la tappa è presente

BiblioTour Veneto: luoghi che non diresti
Percorso culturale

BiblioTour Veneto: luoghi che non diresti

Un viaggio alternativo per vivere la biblioteca a tutto tondo, non solo da dentro, come servizio al cittadino, ma anche “da fuori”.