Manifestazioni culturali - L.R. 49/1978 iniziative dirette e contributi

Le iniziative dirette 


Cosa finanzia

  • eventi per i quali la Regione può decidere di partecipare con un finanziamento che viene destinato alle spese per sostenere specifiche attività, che vengono individuate sulla base del piano finanziario preventivo presentato dal soggetto che propone l’evento

Termini di presentazione

  • la proposta progettuale va presentata prima della data di inizio dello svolgimento dell’iniziativa per la quale si chiede la partecipazione regionale, con le modalità previste dai criteri vigenti

L’importo del finanziamento e spese ammissibili

  • Il finanziamento regionale viene quantificato, sulla base dei vigenti criteri, tenendo conto del bilancio preventivo presentato in sede di proposta progettuale e non potrà superare la quota dell’80% del totale delle spese ammissibili. Sono considerate ammissibili quelle spese che, in maniera chiara, diretta ed esclusiva, sono riconducibili alla proposta progettuale, indispensabili alla sua realizzazione e comunque comprese nel piano finanziario preventivo presentato
    Non sono ammissibili: a) spese relative all’acquisto di beni strumentali durevoli e comunque qualunque spesa avente natura di investimento, le quote di ammortamento e gli interessi passivi; b) imposte dirette e indirette

In caso di approvazione del finanziamento

  • l’importo assegnato deve essere rendicontato dimostrando di aver sostenuto spese complessive per almeno il 70% del totale di quelle preventivate. Nel caso in cui non si raggiunga tale quota, il finanziamento sarà ridotto proporzionalmente in modo da mantenere inalterato il rapporto percentuale tra il totale della spesa preventivata e l’importo del finanziamento esistente al momento dell’assegnazione del finanziamento medesimo
  • le spese devono essere rendicontate mediante giustificativi di spesa (fattura, ricevuta fiscale, ricevuta per prestazioni occasionali, ricevuta esente Iva ai sensi ......, nota spese, scontrino fiscale parlante, ecc), riportando nei documenti di rendicontazione i loro elementi principali (soggetto emittente, numero e data) 

Vedi pagina di dettaglio

I contributi


Cosa finanzia

  • iniziative e manifestazioni realizzate da Enti e Associazioni alle quali la Regione può assegnare un contributo, per sostenere l’iniziativa nel suo complesso (in questo caso non vengono individuate spese specifiche da sostenere)

Termini di presentazione

  • la domanda va presentata - prima della data di inizio della manifestazione – entro e non oltre il 15 maggio per le iniziative che si prevede di realizzare nel primo semestre dell’anno; entro e non oltre il 31 agosto per le iniziative che si prevede di realizzare nel secondo semestre dell’anno.
    Non saranno ammesse a valutazione iniziative che prevedano un importo di spesa complessiva superiore a 100.000 euro.

L’importo del contributo

  • in sede di valutazione, alla luce dei vigenti criteri, viene assegnato un punteggio alla domanda di contributo. Può essere assegnato un contributo di importo pari ad una quota percentuale (diversa a seconda del punteggio ottenuto) del disavanzo (differenza tra uscite e entrate) riportato nel bilancio presentato in sede di piano finanziario preventivo.
    Ciascun progetto potrà beneficiare di contributo fino a un limite massimo di 15.000,00 Euro mentre la quota minima di contributo erogabile è pari a 1.000,00 euro.

In caso di concessione del contributo

  • in caso di concessione del contributo, devono essere rendicontate spese per un importo pari o superiore al 50% in più del contributo concesso mediante giustificativi di spesa (fatture, ricevute, scontrini ecc.) intestati esclusivamente al soggetto beneficiario del contributo.
    Qualora dalla documentazione inviata risulti che l'ammontare della spesa rendicontata non superi di almeno il 50% il valore del contributo regionale, con decreto del Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport sarà disposta la riduzione del contributo in misura proporzionale.
    Il bilancio a consuntivo verrà posto a confronto con quello a preventivo, l’importo delle spese indicate nel bilancio a consuntivo dovrà essere pari almeno al 70% dell’importo delle spese indicate nel bilancio a preventivo.
Vedi pagina di dettaglio

 

Ultimo aggiornamento: 02-04-2021