Premio tesi di laurea sulla Shoà

Tra le iniziative previste dalla LR n. 5/2020 vi è un concorso per l’assegnazione di un premio per tesi di laurea magistrale o di dottorato sulla Shoà e i drammi del secondo conflitto mondiale in Europa discussa in una delle Università del Veneto (DGR n. 1056 del 28.07.2020).

Anno 2021

Il premio, 2^ edizione,  è stato assegnato al dottor:

  • Antonio Spinelli, con la tesi Vite sospese. Gli ebrei stranieri in provincia di Padova, discussa all’Università degli Studi di Padova nell’anno accademico 2019/20.


La Commissione giudicatrice era formata da Valentina Galan, direttore dell'U.O. Beni e Servizi culturali della Direzione Beni, Attività culturali e Sport della Regione del Veneto (Presidente), dal professor Gadi Luzzatto Voghera, direttore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano e dal professor  Renato Camurri, ordinario di storia contemporanea presso l’Università di Verona.


Anno 2020

Nel 2020 si è conclusa la prima edizione del premio, che è stato assegnato ex-aequo alle dottoresse: 

  • Francesca Pangallo, con la tesi di dottorato Passaggi di stato: traduzione e ricezione dell’opera di Primo Levi negli Stati Uniti, discussa all’Università Ca’ Foscari
     
  • Emilia Peatini, con la tesi magistrale Olga Blumenthal (1873-1945) Storie di una famiglia e di una vita, discussa anch’essa all’Università Ca’ Foscari


La Commissione giudicatrice era formata da Fausta Bressani, direttore della Direzione Beni, Attività culturali e Sport della Regione del Veneto, Gadi Luzzatto Voghera, direttore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano e da Carlo Fumian, direttore del Centro di Ateneo per la Storia della Resistenza e dell’Età contemporanea dell’Università.
 

Ultimo aggiornamento: 14-01-2022