Archivio Fondazione Museo Miniscalchi Erizzo

La facciata dipinta di palazzo Miniscalchi di via San Mammaso in una litografia acquerellata di Pietro Nanin, Verona 1864

I vari fondi che costituiscono l'archivio della Fondazione sono parte del legato testamentario del conte Mario Miniscalchi-Erizzo; la documentazione entrò in possesso della famiglia tramite vie ereditarie e matrimoniali, in un arco temporale che va dal XV al XIX secolo. L'archivio è stato dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Veneto nel 1975.

Sede
L'archivio è collocato in alcuni locali posti al terzo piano di Palazzo Miniscalchi-Erizzo, sede dell'omonima Fondazione, nel centro storico di Verona. Le mappe sono conservate in una stanza al piano terreno.

Patrimonio
Fondi archivistici delle famiglie Miniscalchi, Erizzo, Poiana, Moscardo, Morando, Giulari, Franzoso. Il complesso archivistico è formato da ca. 2.500 pergamene dal sec. XII al sec. XVII ed oltre 600 buste e registri cartacei. La sezione cartografica comprende 171 mappe del territorio veronese.

Strumenti di consultazione
Schedatura parziale a cura di Franca Cosmai (2013).

Altre informazioni
La Fondazione ha la proprietà e la gestione di un museo articolato in sedici sale e formato da diverse collezioni pervenute in famiglia per vie ereditarie nel corso di quattro secoli (XVI-XIX): piccoli bronzi del Rinascimento, disegni di maestri del Cinquecento, raccolte archeologiche, armi e armature rinascimentali, arte sacra, arredi del Settecento veneto, avori, maioliche, porcellane. Il tutto ordinato secondo criteri museologici attuali, ma ambientato, grazie a dipinti e a mobili antichi, nella dimora che la famiglia Miniscalchi abitò per cinque secoli. La ricostituita "Wunderkammer" di Francesco Calzolari (sec. XVI) e quindi di Ludovico Moscardo, grande collezionista ed erudito del Seicento; la biblioteca antica e la cappella domestica completano e arricchiscono il percorso museale.

Bibliografia
G. P. Marchini, Il museo Miniscalchi-Erizzo, Verona 1990


Indirizzo: Via San Mammaso, 2/a – 37121 Verona
Telefono: 045-8032484
Fax: 045-8032484
E-mail: info@museo-miniscalchi.it
Sito web: www.museo-miniscalchi.it
Accesso: su appuntamento
Responsabile: Bonifacio Spinola Miniscalchi-Erizzo, presidente della Fondazione.
Referente per l'archivio: Gian Paolo Marchini, conservatore.

Ultimo aggiornamento: 14-08-2020