Apertura sale

 

Apertura sale

La Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 25 al capo IV regolamenta l’intervento regionale per la diffusione dell’esercizio cinematografico, così come disposto dal Decreto Legislativo 22.01.2004, n. 28, art. 22 [file .pdf, 10 KB], che prevede che le Regioni, con proprie leggi, disciplinino le modalità di autorizzazione alla realizzazione, trasformazione ed adattamento di immobili da destinare a sale ed arene cinematografiche, nonché alla ristrutturazione di sale ed arene già in attività.
 

Con Delibera della Giunta Regionale n. 362 del 23 febbraio 2010 e successivo Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 46 del 10 marzo 2010 è stato istituito il Nucleo tecnico di valutazione previsto dall’art. 12 della legge regionale, con il compito principale di predisporre il Piano regionale delle sale cinematografiche, approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 2920 del 14 dicembre 2010, e modificato con Delibera n. 174 del 27 febbraio 2014.
 

Piano regionale delle sale cinematografiche

Delibera n. 174 del 27 febbraio 2014
Allegato A [file .pdf, 99 Kb]
Informativa sul trattamento dei dati personali (ex art. 13, Regolamento 2016/679/UE - GDPR) [file .pdf, 30 KB]. Da conservare da parte del soggetto richiedente

Modalità di presentazione delle domande:

A partire dal 1 luglio 2013, la Regione del Veneto gestisce la corrispondenza principalmente in formato elettronico a mezzo P.E.C. (Posta Elettronica Certificata), secondo le disposizioni del vigente Codice dell’Amministrazione Digitale, con l’obiettivo di diminuire i tempi della corrispondenza tradizionale e i costi di spedizione.

Si invitano pertanto i soggetti provvisti di P.E.C. ad utilizzare questo sistema di comunicazione inviando la documentazione a questo indirizzo: dip.cultura@pec.regione.veneto.it. Gli allegati dovranno essere inviati in formati portabili statici non modificabili: .pdf, .pdf/A, .odf, .txt, .jpg, .gif, tiff, .xml. 
Si ricorda che nel testo della P.E.C. dovrà essere sempre indicata la Sezione regionale competente per materia (Sezione Attività Culturali e Spettacolo) e la normativa regionale di riferimento. 
Per quanto riguarda i soggetti economici le istanze dovranno essere trasmesse esclusivamente dalla casella di posta elettronica certificata del richiedente, pubblicata nel Registro Imprese delle Camere di Commercio o nell’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC) delle imprese e dei professionisti, presso il Ministero per lo sviluppo economico, di cui al D.M. 19 marzo 2013, alla casella PEC: dip.cultura@pec.regione.veneto.it. 
L’imposta di bollo dovrà essere assolta in modo virtuale, in virtù di apposita autorizzazione ottenuta dall’Agenzia delle Entrate, ai sensi dell’art. 15 D.P.R. 642/1972 e art. 7 del D.M. 23 gennaio 2004. Sulla domanda dovranno essere indicati, come previsto dalla stessa autorizzazione, il modo di pagamento e gli estremi della citata autorizzazione.
 
Ulteriori informazioni sono reperibili al seguente link:

 

________________________________________________

Per maggiori informazioni

Ultimo aggiornamento: 18-06-2019