I luoghi di Eleonora Duse ad Asolo

Il Comune di Asolo e il Museo Civico organizzano un programma di visite guidate dedicate alla Divina del teatro, Eleonora Duse, in occasione dei cento anni dalla morte.

Le visite sono di due tipologie: I luoghi di Eleonora Duse ad Asolo prevedono un percorso di circa due ore sia nel borgo che nella sezione del Museo a lei dedicata, mentre altre visite saranno riservate esclusivamente al Museo Civico ciascuna andrà a scoprire un aspetto diverso della grande attrice in relazione ad Asolo e alla sua storia.

Date per i luoghi di Eleonora Duse ad Asolo:
domenica 11 febbraio, ore 10.00
domenica 10 marzo, ore 10.00
domenica 14 aprile, ore 15.30
domenica 12 maggio, ore 15.30
domenica 2 giugno, ore 15.30

Programma:
– ritrovo al museo pochi minuti prima della partenza
– visita la Mura, albergo alla Torre, albergo al Sole (esterni)
– visita alla sezione Duse del museo
– visita al teatro Duse e casa Duse (esterni)

Costo: 13 € a persona che include guida e biglietto d’ingresso al Museo.

Date per le visite al Museo Civico:
domenica 25 febbraio, ore 15.30 Eleonora Duse, Gabriele d’Annunzio, Gianfrancesco Malipiero: gli anni della vita asolana della Divina. Visita di 45 minuti tra i cimeli conservati nel Museo di Asolo-
domenica 17 marzo, ore 15.30 Le eroine di Asolo: la Divina Eleonora a confronto con Caterina Cornaro e Freya Stark. Visita guidata di 90 minuti tesa a sottolineare aspetti in comune e diversità tra tre donne che hanno cambiato la storia grazie alla loro intraprendenza

Costo: 8 euro incluso l’ingresso al Museo.

Per info e prenotazioni: info@museoasolo.it 0423 952313 | 3475735246


Dettagli

Data / Ora

Il: 25/02/2024
Domenica: alle 15:30
Il: 10/03/2024
Domenica: alle 10:00
Il: 17/03/2024
Domenica: alle 15:30
Il: 14/04/2024
Domenica: alle 15:30
Il: 12/05/2024
Domenica: alle 15:30
Il: 02/06/2024
Domenica: alle 15:30

Location

Museo Civico

Comune

Asolo

Provincia

TV

Museo correlato

MUSEO CIVICO DI ASOLO
Musei

MUSEO CIVICO DI ASOLO

Il Museo civico occupa, oltre che il palazzo del Vescovado, l’edificio della Loggia della Ragione, edificato per ospitare le rappresentanze minori veneziane e affrescato intorno alla metà del XVI secolo. Il primo nucleo delle collezioni museali si forma agli inizi dell’Ottocento con le donazioni del Cenotafio del Canova di Domenico Manera, cugino di Antonio Canova, e del Paride di scuola canoviana da parte di Giovan Battista Sartori Canova, fratellastro del famoso scultore. Tali opere, destinate all’abbellimento dell’allora Sala Consiliare del Municipio, sono tuttora esposte nella Sala della Ragione.Il Museo viene istituito ufficialmente alla fine del XIX secolo, grazie ai lasciti di Andrea Manera e Pacifico Scomazzetto.Dagli inizi del Novecento le donazioni si intensificano, incrementando considerevolmente il patrimonio artistico e storico dell’istituto.Il Museo ospita la sezione archeologica che documenta le antiche origini della Città, la pinacoteca in cui sono esposti dipinti che vanno dal XV secolo all’età contemporanea (tra cui spiccano le opere di Luca Giordano, Bernardo Strozzi e Bernardo Bellotto), la sez. Cornaro con dipinti, documenti e oggetti personali della regina,  la sez. Duse con bozzetti scenografici, lettere autografe, ritratti e abiti di scena della Divina e la sez. del Tesoro della Cattedrale con straordinari paramenti sacri che testimoniano la storia eccezionale delle sede vescovile asolana.Una sezione totalmente nuova e multimediale ospita la collezione di oggetti appartenuti alla scrittrice e viaggiatrice inglese Freya Stark.Fa parte del Museo anche l’adiacente Archivio Storico in cui preziosi manoscritti, antiche mappe, atti e registri documentano le vicende storiche della Città a partire dal XV secolo. (...)