trivella

Beni Etnoantropologici Materiali
trivella = verigola = veribola

Descrizione

Lunga trivella #a scartosso# con asta a sezione circolare, priva di impugnatura (che poteva essere infilata in una specie di occhiello collocato all'estremità superiore) caratterizzata da una punta elicoidale. Forgiata a mano dal fabbro dello squero nel quale fu usata.
Gli informatori riferiscono che trivelle di questa tipologia erano usate negli #squeri# collocati nelle località costiere, in quanto funzionali alla costruzione di imbarcazioni di grandi dimensioni adatte non tanto alla navigazione fluviale, quanto a quella costiera e lagunare.

Dettagli

Collocazione specifica

Museo Civico della Navigazione Fluviale

Localizzazione geografico-amministrativa attuale

BATTAGLIA TERME (PADOVA)

Uso

perforare il massiccio delle imbarcazioni per inserire l'astuccio per l'albero di trasmissione dell'elica; la lunghezza permetteva all'operatore di rimanere in linea

Cronologia Fabbricazione

sec. XX secondo quarto

Materia e Tecnica

ferro (battitura a caldo/ tempra)

Misure

cm 210 x 8

Link scheda estesa

Scopri di più

Museo correlato

Musei

MUSEO CIVICO DELLA NAVIGAZIONE FLUVIALE DI BATTAGLIA TERME

Rara testimonianza in Italia nel suo genere, il Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme è nato con l'obiettivo di riportare alla luce un'importante pagina di storia facendo rivivere e conoscere il prezioso lavoro di figure professionali legate al fiume come i barcaioli, i cavalànti, i sabionanti, i squeraroi, i mugnai. Per molti secoli, infatti, questo paese, grazie anche alla sua posizione, è stato il fulcro di una vasta rete di commerci fluviali e attorno al fiume si è sviluppata una vera e propria civiltà. Il progetto è iniziato raccogliendo delle testimonianze: da foto a strumenti vari, fino ad arrivare, alla fine degli anni Novanta, all'allestimento del museo stesso. Il percorso espositivo si articola su due piani e in cinque sale, ciascuna dedicata a una tematica specifica: la sala A illustra le imbarcazioni con le loro componenti e la tipologia; la sala B espone gli attrezzi utilizzati negli squeri ovvero nei cantieri per la costruzione e manutenzione delle barche; la sala C è dedicata alle vie navigabili con carte idrografiche e altre testimonianze legate alle vie d'acqua; la sala D si occupa dell'evoluzione negli anni degli strumenti di propulsione; la sala E chiude l'esposizione con una sezione dedicata alla vita di bordo e ai suoi oggetti.Consulta il catalogo dei beni conservati presso il Museo Civico della Navigazione Fluviale (solo in Italiano):Beni fotografici storiciBeni demoetnoantropologici materialiBeni demoetnoantropologici immateriali  (...)