peso da telaio / I-II d.C.

i pesi da telaio, il cui principale uso consisteva nella tensione dei fili dell'ordito nel telaio verticale, potevano essere utilizzati anche come offerta votiva o come elemento del corredo funebre. Caratteristica dei pesi da telaio della bassa veronese e di alcune aree vicine è la presenza, in alcuni casi, di una decorazione a motivo geometrico su una delle facce maggiori, ottenuta con una matrice lignea incisa in negativo. La cronologia si basa sulla loro presunta scomparsa nel III secolo, con l'introduzione del telaio orizzontale.

Descrizione

peso da telaio troncopiramidale, con foro pervio sulla sommità, con faccia anteriore decorata da motivo geometrico a spina di pesce e frecce stilizzate

Dettagli

Tipologia

Beni Archeologici

Collocazione specifica

Fondazione Fioroni

Localizzazione geografico-amministrativa attuale

LEGNAGO (VERONA)

Materia tecnica

argilla / a matrice

Misure

cm 16,5 x 8

Link scheda estesa

Scopri di più

Museo correlato

FONDAZIONE FIORONI - MUSEO E BIBLIOTECA PUBBLICA
Musei

FONDAZIONE FIORONI - MUSEO E BIBLIOTECA PUBBLICA

Il Museo della Fondazione Fioroni di Legnago costituisce uno degli esempi più suggestivi e significativi di casa-museo nel panorama museale del Veneto. Il primo allestimento dell'ingente collezione di preziosi e unici cimeli risorgimentali, raccolta a partire dagli ultimi decenni dell'Ottocento dalla famiglia Fioroni, risale agli inizi degli anni Venti del Novecento. Uno degli aspetti più interessanti e indubbiamente caratteristici è legato alla voluta contestualizzazione degli oggetti attraverso una complessa operazione di "ambientazione" storica.Tra le sale risorgimentali di palazzo Fioroni gli arredi rigorosamente d'epoca, gli arazzi, i tappeti, i tendaggi, i lampadari, contribuiscono a una mise en scene storica per le collezioni vere e proprie, alla creazione cioè di uno sfondo in grado di valorizzare, storicizzandola, la multiforme congerie dei preziosi oggetti esposti. Le otto sale del Museo del Risorgimento raccontano a partire dall'epopea di Napoleone il lungo percorso dell'unità italiana: i moti carbonari e mazziniani, le vicende del 1848, la seconda guerra di indipendenza e il mito del generale Giuseppe Garibaldi rappresentato dagli straordinari cimeli appartenuti all'eroe dei "due mondi". Le sale del piano terra raccontano invece la storia della Legnago Medioevale e Rinascimentale, tramite una ricca collezione di armi e ceramiche. (...)