Beni digitalizzati

Regione del Veneto - Procuratoria di San Marco - MIBACT

Meraviglie di Venezia - Tesori sacri e profani nell'area di San Marco

Un progetto culturale che consente di accedere a beni di straordinaria qualità e valore attraverso l’uso di nuove tecnologie. Una scoperta ravvicinata dei preziosi tesori veneziani visibili attraverso una "vetrina" di 600 oggetti virtuali e in 3D che li rendono "tangibili".

web Oggettivirtuali

Regione del Veneto

Fondo musicale
Santa Maria della Fava

Il Fondo musicale manoscritto della chiesa di Santa Maria della Consolazione, detta della Fava, comprende 764 partiture originali manoscritte della Congregazione dell’Oratorio contenenti oratori e rappresentazioni sacre che venivano eseguite nella cappella e nell'oratorio della chiesa. Inclusi nel fondo anche quattro codici liturgici medievali con notazione musicale. L'intero fondo è stato digitalizzato nell'ambito delle politiche di tutela e valorizzazione dei beni librari del territorio.

web fondoSantaMariadellaFava

Comune di Bassano del Grappa

Archivio digitale Antonio Canova

Oltre 25.000 immagini digitali, 6.658 lettere e manoscritti diversi compongono il prezioso fondo conservato presso la Biblioteca Bassano del Grappa. Il fondo dei manoscritti di Canova giunse a Bassano grazie Giovanni Battista Sartori Canova, fratellastro dello scultore, tra il 1852 e il 1857, assieme agli album dei disegni, alla racconta di incisioni in volume e a gran parte della biblioteca personale dell’artista per la parte di “belle arti”.
Nel 2022 ricorre il bicentenario della morte del grande scultore, deceduto a Venezia il 13 ottobre 1822.

web archiviodigitaleAntonioCanova 

youtube VideoUniversitàPadova

Archivio di Stato di Verona - Reti Medievali - Centro di Documentazione per la Storia della Valpolicella - Dipartimento TESIS - Università degli Studi di Verona

Codice digitale degli archivi veronesi

Il progetto è nato nel 2013 per contribuire allo studio del primo medioevo veronese e più in generale della diplomatica e della storia nel notariato e per tutelare una documentazione assai delicata, fornendo anche agli studiosi uno strumento utile per una consultazione indiretta. L'Archivio digitale, curato da Andrea Brugnoli, contiene le riproduzioni della documentazione notarile, compresa tra VIII e XII secolo, la schedatura della documentazione e la riproduzione dei documenti dell’ Archivio di Stato per un totale di alcune migliaia di immagini

web Codice digitale archivi veronesi

Ultimo aggiornamento: 30-11-2021